Rubriche e Utilità

La Costa Nord

Il portale dell'Ospitalitá e dei Servizi di Passignano e Tuoro sul Trasimeno

TUORO SUL TRASIMENO

Indissolubilmente lwegato alla figura di Annibale ed alla Battaglia del Trasimeno, che qui ebbe il suo epicentro nel 217 a.C., Tuoro divenne nel tardo medioevo un grosso centro contadino situato in posizione dominante su un rilievo della pianura settentrionale del Trasimeno. Ultimo lembo del trerritorio perugino, aveva una sua Dogana, oltre a castelli e fortificazioni che proteggevano il confine.Annibale, la battaglia del Trasimeno In basso, più vicino alle rive, un agglomerato abitativo ospitava i pescatori, il cui principale metodo di pesca, quello con "I Tori", dette il nome al paese. La naturale emigrazione che si ebbe nel Trasimeno intorno agli anni '50 e '60, è stata successivamente ribaltata dall'arrivo massiccio di stranieri, soprattutto dall'Europa del Nord, che costruirono numerose ville sulla collina sovrastante, in località La Cima, trasformando presto il paese in un ricercato centro residenziale e turistico.

Da visitare: Chiesa di Santa Maria Maddalena. La chiesina medievale fu ricostruita nella seconda metà dell'800.Campo el Sole, Tuoro sul Trasimeno L'aeropittore Gerardo Dottori vi dipinse l'abside nel 1949, con una grande scena rappresentante la conversione della Maddalena. Palazzo del Capra secondo la tradizione costruito sopra la tomba del console Flaminio, poco tempo dopo la terribile disfatta. Successivamente ampliato fino alle attuali dimensioni, ai primi del '500 fu donato da Donna Montemelini al genero, Benedetto di Filippo di Benedetto, soprannominato "Il Capra" per la sua voce querula- Il bellissimo Palazzo è visitabile solo all'esterno, essendo di proprietà dell'Università di Perugia. Campo del Sole. La cosiddetta "Stonehenge italiana" si trova al Lido di Tuoro, Punta Navaccia, e comnprende 27 colonne scultoree di diversi autori che formano una grande spirale di 44 metri. L'elemento centrale è sormontato da un simbolo solare. Il comp'lesso è stato realizzato fra il 1985 e il 1989 su progetto di Pietro Cascella e utilizza l'arenaria grigia delle cave locali. Itinerario della battaglia. E' possibile seguire il Percorso storico - archeologico della Battaglia del Trasimeno, spiegata con appositi pannelli nlle varie aree di sosta. Per approfondire esiste il "Centro di Documentazione Permanente sulla Battaglia del Trasimeno". Isola Maggiore. La piccola isola, con una sola strada nel borgo abitato, conserva molte testimonianze civili e reeligiose della sua antica importanza, come La Casa del Capitano del Popolo, le chiese di San Michele e San Salvatore. Nel 1212 San Francesco vi passò la quaresima, come è ancora testimoniato da una statua ed un'edicola. Verso la fine dell'800 il marchese Guglielmi vi fece costruire un grande castello, e sua figlia Elena istituì una Scuola di Ricamo del Pizzo d'Irlanda, che ancora oggi è rappresentativo dell'isola. Borghetto. L'antico Burgus Novu super lacus era un bel castello quadrato con 4 torri agli angoli, delle quali ne rimane soltanto quella orientale. Nell'800 una prolungata inondazione lo rese impraticabile, finché gli abitanti decisero di abbattere le mura per far defluire l'acqua.